Commenti Cinema - Home page
Cinema
Olaffo In The Sky With Diamonds 04 Ott 2010 12:43
Inception: i miei 2 cents bucati
Il 04/10/2010 10:27, iceman ha scritto:

> SPOILER ESTREMO CON DOMANDA PIU SOTTO
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
>
> uno dei tanti dubbi che ancora mi frulla nel cervello, e che ancora non
> mi spiego, è la parte precedente al finale. quella in cui cobbs decide
> di rimanere nel sogno, per combattere il suo senso di colpa, per
> combattere il suo io interiore rappresentato dalla moglie, e (gia che ci
> siamo!!) salvare saito dal limbo. non aveva detto che uscire dal limbo
> sarebbe stato complesso? dove e come passa saito tutto il tempo che lo
> porta alla vecchiaia? oppure la proiezione di lui, vecchio e solo, è
> solo la proiezione di una delle peggiori paure dell'essere umano? e come
> fa cobbs a liberarsi della moglie? e come fa a raggiungere saito? questo
> pezzo non è assolutamente spiegato, come se nolan avesse dovuto fare dei
> tagli...o magari sono io che ero stanco e non l'ho capito...

io non ho capito nemmeno come facciano lui e l'architetta ad entrare nel
limbo... a meno di essermi perso qualcosa il limbo è una "zona" in cui
soltanto la morte (in sogno) accompagnata da una dose troppo potente di
sedativi (quindi senza che lo shock riesca a risvegliare mediante
"calcio") può dare accesso. insomma una specie di coma cosciente, in cui
il tempo veniva moltiplicato esponenzialmente rispetto al mondo reale.

oltretutto ci sono due livelli nel limbo: nel primo è quando
l'architetta che si ritrova in acqua (come dicaprio a inizio film), e il
limbo è in realtà non il limbo ma il mondo creato da cobbs e dalla
moglie in cui
questa si aggira a mo di spettro (sembra più l'inconscio di cobbs che
non il limbo in cui dovrebbe essere finito saito).
poi c'è invece il limbo con saito, che è quello dell'inizio film con la
spiaggia, e la fortezza in cui saito è diventato vecchio.
e in cui c'è solo cobbs dato che la tizia esce dal limbo (lasciandosi
precipitare) nel momento in cui c'è il risveglio collettivo.

insomma, il film non è pienamente logico, però nel susseguirsi
tumultuoso degli eventi non dà nemmeno la possibilità di essere messo in
dubbio. è anche abbastanza inutile porsi queste domande dopo, dato che
come ho scritto altrove a Nolan non interessa fare un film scientifico
sui "viaggi nel sogno", gli interessa usare quest'apparato per
riflettere sull'illusione della realtà (tema di the pestige), sulla
memoria (tema di memento), sulla manipolazione dell'inconscio (l'idea
dell'impianto).

per me il difetto che si può appuntare al film è appunto che ci sia
troppa carne al fuoco

Visualizza thread originale